Menù

BLOGFUNDRAISING

Vi raccontiamo il fundraising e lo facciamo a modo nostro.

Fiscalità e normativa: il 2019 delle organizzazioni non profit

da | Gen 7, 2019 | Sportello fiscale | 0 commenti

“Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po’ e siccome sei molto lontano più forte ti scriverò… Ma la televisione ha detto che il nuovo anno porterà una trasformazione e tutti quanti stiamo già aspettando”…

Ciao a tutti, oggi inizio il post prendendo in prestito le parole di una celebre canzone di Lucio Dalla perché, secondo me, descrivono benissimo il clima di attesa che pervade tutto il mondo non profit per questo 2019. Infatti, l’anno che verrà sarà (o, almeno, dovrebbe essere) quello in cui prenderà forma il nuovo Registro Unico Nazionale degli Enti del Terzo Settore (RUNTS). Ad onor del vero, non si può certo affermare che si stia procedendo con celerità. Ad oggi, fonti del Forum del Terzo Settore, con riferimento al solo Codice, dei 25 atti previsti ne sono stati approvati solo 7 e, per di più, mancano quelli più importanti (implementazione del Runts, criteri e limiti per esercizio “attività diverse”, linee guida per attività di raccolta fondi, modelli e linee guida per la redazione del Bilancio d’Esercizio e del Bilancio Sociale, individuazione e criteri di valutazione delle erogazioni liberali in natura che daranno diritto alla detrazione/deduzione, modalità attuative Social Bonus).

Mah! Sarà forse colpa dell’Europa? A proposito di Europa: oramai sta assumendo le connotazioni di un vero e proprio “giallo” la richiesta di autorizzazione alla Commissione Europea, necessaria per dare il via libera alle disposizioni fiscali previste dal Titolo X del Codice del Terzo Settore (pare che non sia stata ancora inviata nessuna richiesta!).

A parte ciò, a me preme invece sottolineare quello che già c’è, che non è poco! Infatti, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei decreti correttivi, la normazione primaria (i decreti legislativi in attuazione della Legge delega) è completata. Quindi, in ottica strategica le organizzazioni non profit già da ora dovranno iniziare a familiarizzare con il nuovo quadro normativo che si presenta ricco di novità. Iniziamo subito col dire che il 2019 si presenta come l’anno entro il quale le associazioni dovranno decidere se entrare o meno nel Terzo Settore e con quali modalità. Inoltre le Onlus (Organizzazioni non Lucrative di Utilità Sociale), le Aps (Associazioni di Promozione Sociale) e le OdV (Organizzazioni di Volontariato) avranno tempo fino al 2 agosto per modificare, con le modalità e le maggioranze previste per le deliberazioni dell’assemblea ordinaria, i propri statuti al fine di adeguarli alle nuove disposizioni (al riguardo, vi segnalo la circolare ministeriale pubblicata lo scorso 28 dicembre). E gli argomenti su cui i boards dovranno confrontarsi non sono pochi:

  • La revisione della definizione di enti non commerciali ai fini fiscali (a tal proposito, vi segnalo un’ultimissima novità: il decreto fiscale collegato alla Legge di Stabilità 2019 ha introdotto una soglia di tolleranza in forza della quale un’attività di interesse generale si considera NON commerciale qualora i ricavi non superino di oltre il 5% i relativi costi per ciascun periodo d’imposta e per non oltre due periodi d’imposta consecutivi);
  • L’abrogazione del regime fiscale agevolato ex Legge n. 398/91 (utilizzato dalla stragrande maggioranza delle piccole e medie organizzazioni) e l’introduzione di un nuovo e articolato regime tributario;
  • La rivisitazione della “decommercializzazione” dei corrispettivi specifici versati dagli associati e tesserati;
  • Specifiche disposizioni in ordine al regime fiscale delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale;
  • Una forte accentuazione della disciplina su trasparenza e accountability;
  • Diritto ad usufruire di vantaggi fiscali (detrazioni/deduzioni su erogazioni liberali, 5 per Mille, Social Bonus, esenzioni e/o riduzioni su imposta di registro, di bollo ed altre imposte indirette), finanziamenti e rapporti privilegiati con la Pa, derivanti dall’iscrizione al RUNTS.

Le ONP che risulteranno “vincenti” nel medio e lungo periodo saranno quelle che:

  • Con approccio proattivo si metteranno “subito all’opera” per comprendere come la Riforma impatterà sulla propria organizzazione in termini istituzionali (revisione o valorizzazione della mission, (ri)posizionamento strategico, eventuale modifica della forma giuridica, ecc.) e di struttura organizzativa;
  • Non vedranno la Riforma solo come un coacervo di nuovi adempimenti, ma saranno in grado di cogliere i numerosi vantaggi in essa contenute e, aggiungo, di trasformare in opportunità anche le nuove prescrizioni (accountability e trasparenza);
  • Approfitteranno di questa fase riformatrice per attivare e/o potenziare i processi di ascolto delle aspettative degli stakeholders e su queste mettere a punto le “domande potenti” su cui costruire le strategie di sviluppo e di crescita.

“… L’anno che sta arrivando tra un anno passerà, io mi sto preparando: è questa la novità!”. PS. Se vuoi approfondire e saperne di più sulle novità e gli adempimenti normativi e fiscali riguardanti il Terzo Settore nel 2019, iscriviti al Workshop “La Riforma del Terzo Settore”, che terremo a Roma il 2 Febbraio a cura di Sergio Conte. Tra l’altro, se ti iscrivi anche all’Officina “Dammi il 5 x… davvero” dedicata a costruire campagne 5 per mille di successo, potrai frequentare entrambi i corsi al costo totale di €135 + IVA.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Manifesto del fundraising
IL PRIMO MANIFESTO SUL FUNDRAISING
Il fundraising cambia. Scopri qui come!
Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per l'invio di newsletter e comunicazioni sulle attività della Scuola.
Grazie per aver scaricato il Manifesto. Seguici su Facebook per ricevere le novità.
VITAMINE AL TUO FUNDRAISING? SEGUICI!
*Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e fornisco il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio di newsletter e comunicazioni sulle attività della Scuola.
Manifesto del fundraising
KNOWLEDGE CENTER
Una delle più grandi raccolte di documenti on line sul fundraising.
Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per l'invio di newsletter e comunicazioni sulle attività della Scuola.
Grazie per la visita al Knowledge Center. Seguici su Facebook per ricevere le novità.
Guida 2019: anno della fiducia
2019: L'ANNO DELLA FIDUCIA
La guida per rimettere in moto il pensiero strategico sul fundraising
Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per l'invio di newsletter e comunicazioni sulle attività della Scuola.
Grazie per aver scaricato la Guida. Seguici su Facebook per ricevere le novità.