Menù

BLOGFUNDRAISING

Vi raccontiamo il fundraising e lo facciamo a modo nostro.

Fundraising e servizi per i disabili: la sfida di una cooperativa sociale

da | 8 Giu 2017 | Fundraising, lavorando, cooperando | 0 commenti

Tanti ragazzi con disabilità nel periodo estivo rimangono a lungo da soli con le proprie famiglie, senza l’opportunità di vivere esperienze insieme ai propri coetanei.

Perché?

I Centri Estivi sono di breve durata e mancano altri servizi capaci di accogliere i bisogni di utenti con disabilità. Forte e reale è la necessità di organizzare spazi gratuiti o a basso costo, capaci di accogliere bisogni che richiedono un alta professionalità.

Faccio questa premessa per descrivere e spiegare la buona causa di una cooperativa sociale che, dal 2016, ha iniziato ad implementare un sistema organizzato di fundraising. Dopo il buon risultato ottenuto attraverso lo svolgimento di una lotteria a fine anno, la cooperativa ha deciso di far diventare quel metodo un’opportunità non solo per i propri soci ma anche per l’intera comunità.

Infatti, la cooperativa sociale Le Mille e Una Notte ha deciso di mettere a disposizione i 23.000 euro raccolti per inserire i primi 45 ragazzi disabili nei Centri Estivi per una settimana. Ognuno avrà con sé con un operatore specializzato.

Questa decisione ha dato modo non solo di comprendere la serietà dell’organizzazione e la trasparenza che la disciplina, ma anche di avere un immediato riscontro su un azione di fundraising messa in campo per rispondere ad un bisogno della comunità.

Credo che “coerenza nelle proprie azioni” e “trasparenza” siano le parole chiave che fanno la differenza rispetto ai fuochi di paglia di molti tentativi di fare fundrasing. Sono due elementi che contraddistinguono chi vuole veramente fare sistema ed essere d’aiuto alla Comunità.

Rievocando i vecchi proverbi romani, organizzazioni come la cooperativa sociale Le Mille e Una Notte aiutano, con il loro operato, a diminuire la forza di detti come “poraccio chi c’ha bisogno”. Lo fanno rimanendo a fianco dei più deboli e di chi vive situazioni di difficoltà.

Ora, però, la sfida diventa ancora più interessante e importante: gli obiettivi di raccolta fondi del 2017 prevedono traguardi ancora più alti, puntando a soddisfare con ancora più decisione questo bisogno delle persone con disabilità. Venite a conoscere questa bella coop.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Manifesto del fundraising
IL PRIMO MANIFESTO SUL FUNDRAISING
Il fundraising cambia. Scopri qui come!
Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per l'invio di newsletter e comunicazioni sulle attività della Scuola.
Grazie per aver scaricato il Manifesto. Seguici su Facebook per ricevere le novità.
VITAMINE AL TUO FUNDRAISING? SEGUICI!
*Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e fornisco il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio di newsletter e comunicazioni sulle attività della Scuola.
Manifesto del fundraising
KNOWLEDGE CENTER
Una delle più grandi raccolte di documenti on line sul fundraising.
Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per l'invio di newsletter e comunicazioni sulle attività della Scuola.
Grazie per la visita al Knowledge Center. Seguici su Facebook per ricevere le novità.