Menù

BLOGFUNDRAISING

Vi raccontiamo il fundraising e lo facciamo a modo nostro.

Fundraising con le fondazioni: fast food o dialogo + coprogettazione per una crescita sana degli attori coinvolti?

da | 23 Mag 2019 | Per fare il legno ci vuole l'albero | 0 commenti

In quest’ultimo periodo mi sono trovata a riflettere sul ruolo che le fondazioni e la filantropia istituzionale, da una parte, e gli attori del Terzo settore che interagiscono e collaborano con quest’area, dall’altra, possano avere in termini costruttivi di dialogo, confronto e partecipazione. Mi sono anche chiesta quale ruolo occupi il fundraising in queste dinamiche di sviluppo.

Parto da un paio di momenti di incontro, dei giorni scorsi: il convegno del 16 Maggio “Filantropia è partecipazione democratica. Ruolo, significato ed esperienze delle fondazioni ed enti filantropici”, organizzato da Assifero a Padova, e il convegno dell’Associazione Italiana Progettisti Sociali tenutosi a Roma il 17 Maggio “La Progettazione sociale in Italia: la funzione del Progettista sociale dopo la pubblicazione della prima Norma tecnica”.

Pensando al motivo che mi ha spinto a scrivere quest’articolo, ben vengano momenti di incontro e confronto come quelli appena citati.

Il secondo convegno segna una tappa importante in un percorso tutto da costruire: il riconoscimento della figura professionale e del ruolo del Progettista sociale e delle sue competenze può portare, infatti, ad un miglioramento nelle dinamiche di dialogo e di confronto che sono alla base di una “sana progettazione” e di un “sano fundraising” con le fondazioni e con gli enti filantropici.

Eh sì perché, secondo me, è proprio questo il nodo centrale della questione: se non c’è reciproco riconoscimento fra i diversi mondi che interagiscono fra loro, non ci può essere crescita condivisa neanche in termini di fundraising (e con questo mi ricollego al tema del primo convegno, quello organizzato da Assifero).

Come in ogni area legata al fundraising, le dinamiche e i processi di dialogo partecipativo che comprendono stakeholders pubblici e privati attivi in un certo ambito a vari livelli sono complessi, lunghi e faticosi: senza questa complessità, tuttavia, si va verso il “progettificio”, ovvero verso un adattamento totale della costruzione di progetti e programmi alle esigenze del finanziatore o a quelle dell’organizzazione che ha bisogno di “fare cassa”.

Il risultato? Il fast food del fundraising e della progettazione e, di conseguenza, progetti zoppicanti in termini sociali e di sostenibilità economica e che funzionano – quando funzionano – solo sul breve periodo.

Proprio quello che gli enti erogativi filantropici e gli enti pubblici e privati virtuosi che con essi lavorano non vogliono… o, per lo meno, non dovrebbero volere.

Infatti, le fondazioni erogative con il loro know how, le loro risorse e i loro meccanismi, cercano momenti di confronto e dialogo costruttivo con gli altri attori del Terzo settore attivi nei territori, nelle comunità e negli ambiti di intervento di loro competenza. Perché?

Perché, se adeguatamente sostenuti e resi partecipi di un processo, possono fare da “antenne” delle dinamiche di cambiamento in atto, sempre più coinvolte in termini di attività, informate e dotate di competenze chiare.

Antenne indispensabili anche al mondo della filantropia per adattarsi ad un processo di trasformazione che non si ferma mai.

Vuoi raccogliere fondi con le fondazioni o migliorare le tue competenze nel presentare progetti di qualità? Partecipa anche tu al “Laboratorio Fundraising e Fondazioni Filantropiche” del 5 e 6 giugno.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Manifesto del fundraising
IL PRIMO MANIFESTO SUL FUNDRAISING
Il fundraising cambia. Scopri qui come!
Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per l'invio di newsletter e comunicazioni sulle attività della Scuola.
Grazie per aver scaricato il Manifesto. Seguici su Facebook per ricevere le novità.
VITAMINE AL TUO FUNDRAISING? SEGUICI!
*Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e fornisco il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio di newsletter e comunicazioni sulle attività della Scuola.
Manifesto del fundraising
KNOWLEDGE CENTER
Una delle più grandi raccolte di documenti on line sul fundraising.
Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per l'invio di newsletter e comunicazioni sulle attività della Scuola.
Grazie per la visita al Knowledge Center. Seguici su Facebook per ricevere le novità.
Guida 2019: anno della fiducia
2019: L'ANNO DELLA FIDUCIA
La guida per rimettere in moto il pensiero strategico sul fundraising
Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per l'invio di newsletter e comunicazioni sulle attività della Scuola.
Grazie per aver scaricato la Guida. Seguici su Facebook per ricevere le novità.