Menù

BLOGFUNDRAISING

Vi raccontiamo il fundraising e lo facciamo a modo nostro.

 

Consulenti si diventa: Coen Cagli intervista Valeria Romanelli, consulente di fundraising

da | 30 Mag 2019 | Fundraising: vorrei e non vorrei | 0 commenti

Il consulente in Italia non è una figura vista bene. Sono tanti i luoghi comuni negativi che circondano questa figura professionale. Eccovene due (particolarmente cattivi!):

  • “Il consulente è una persona che non sa nulla del tuo business e che tu paghi per dirti come gestirlo più di quanto potresti guadagnare se lo gestissi direttamente invece di seguire i suoi consigli”.
  • “Il consulente è una persona che ti prende in prestito l’orologio, ti dice che ore sono, mette in tasca l’orologio e per questo ti manda una fattura”.

Nonostante questa brutta quanto ingiustificata fama, oggi c’è un gran bisogno di consulenza sul fundraising e anche il numero di professionisti che si propongono come consulenti è in aumento.

Ma come si diventa consulenti in fundraising? Basta avere esperienza di fundraising o il titolo di fundraiser acquisito attraverso corsi di formazione? Occorrono altre competenze specifiche? Come si organizza il lavoro di un consulente in fundraising, un libero professionista imprenditore di se stesso?

Per rispondere a queste e ad altre domande abbiamo dato vita alla Masterclass per futuri consulenti in fundraising (la prossima edizione sarà il 3, 4 e 5 luglio 2019 e le iscrizioni sono già aperte). Si tratta di un percorso formativo unico in Italia, un corso tenuto da Massimo Coen Cagli, Andrea Caracciolo e Riccardo Friede, i quali condivideranno il metodo che, nel tempo, hanno messo a punto per fare consulenza. In altri termini, condivideranno quelli che dovrebbero essere i segreti del mestiere. Perché lo fanno? Perché l’Italia ha bisogno di consulenti di fundraising, è evidente!

Abbiamo chiesto a Valeria Romanelli, che ha frequentato la Masterclass nel 2014 e che oggi è una affermata consulente di fundraising molto attiva nel Sud del Paese (sfida nella sfida!), di valutare, a distanza di tempo, il contributo che la partecipazione al corso ha dato al suo percorso professionale. Ecco quello che ci ha risposto.

Buona lettura!

Intervista a Valeria Romanelli, consulente di fundraising

Buongiorno Valeria, puoi presentarti brevemente al pubblico del BlogFundraising?

Mi chiamo Valeria Romanelli, ho 42 anni e sono una consulente di fundraising. In un’altra vita ero una chimica, convinta che conoscere ed indagare la materia mi avrebbe permesso di realizzare l’ambizione di liceale: provare a contribuire a cambiare il mondo.

Ho incrociato il fundraising per caso, senza conoscerne nemmeno il significato; ho scoperto poi che in questo “fundraising” c’era una parte della mia vita, ovvero quella di volontario attivo per le Missioni Estere dei Padri Redentoristi in Madagascar. Ho capito poi che il fundraising mi avrebbe riportato a quella pretenziosa idea adolescenziale di cambiare il mondo poiché il fundraising ha lo straordinario potere di far incontrare due mondi: da un lato quello di persone straordinarie che si riuniscono in associazione per fini meravigliosi e audaci (sconfiggere le malattie, sostenere i poveri nel mondo, soccorrere gli ultimi, prendersi cura del patrimonio culturale, e tanto tanto altro) e dall’altro quello fatto di persone autentiche, attaccate alla vita vera che in quelle missioni ci credono al punto di sostenerle, anche economicamente.

2) Facevi il consulente prima di partecipare alla Masterclass della Scuola di Fundraising Roma?

Sì, ero già un consulente “in erba” ma sicuramente ancora non avevo le idee chiare

3) Che impatto ha avuto la Masterclass sulla tua attività lavorativa?

La Masterclass ha dato una svolta importante alla mia vita lavorativa. Innanzitutto, nell’anno in cui l’ho frequentata io, 2014, la classe era composta di persone favolose, tutte molto diverse per background ma interessanti e interessate. All’epoca mi sembrarono tutti così magnifici, da porre fortemente in discussione le mie competenze. Il faro della Scuola di Fundraising di Roma, Massimo Coen Cagli, invece mi ha spinto a credere in me e a perseguire la strada della consulenza. La Masterclass ha cambiato la mia attività lavorativa poiché mi ha permesso di acquisire competenze, conoscenze e quei colleghi meravigliosi con molti dei quali, tutt’oggi, collaboro.

4) Consiglieresti la partecipazione alla Masterclass ai tuoi colleghi?

Assolutamente sì. Per me è stata un’esperienza di valore che, credetemi, non sono riuscita a descrivere in così poche righe per l’impatto potente che ha avuto sulla mia vita di consulente.

Vuoi iscriverti alla Masterclass?

La prossima edizione della Masterclass per Futuri Consulenti in Fundraising sarà il 3, 4 e 5 luglio 2019 e le iscrizioni sono già aperte. Segui questo link e troverai tutte le informazioni che ti servono!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Manifesto del fundraising
IL PRIMO MANIFESTO SUL FUNDRAISING
Il fundraising cambia. Scopri qui come!
Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per l'invio di newsletter e comunicazioni sulle attività della Scuola.
Grazie per aver scaricato il Manifesto. Seguici su Facebook per ricevere le novità.
VITAMINE AL TUO FUNDRAISING? SEGUICI!
*Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e fornisco il consenso al trattamento dei miei dati personali per l'invio di newsletter e comunicazioni sulle attività della Scuola.
Manifesto del fundraising
KNOWLEDGE CENTER
Una delle più grandi raccolte di documenti on line sul fundraising.
Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per l'invio di newsletter e comunicazioni sulle attività della Scuola.
Grazie per la visita al Knowledge Center. Seguici su Facebook per ricevere le novità.
Guida 2019: anno della fiducia
2019: L'ANNO DELLA FIDUCIA
La guida per rimettere in moto il pensiero strategico sul fundraising
Ho preso visione dell'informativa sulla privacy, accetto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per l'invio di newsletter e comunicazioni sulle attività della Scuola.
Grazie per aver scaricato la Guida. Seguici su Facebook per ricevere le novità.