Menù

NOTIZIE DALLA SCUOLA

Novità, eventi e segnalazioni dalla Scuola.

Teatro Tascabile di Bergamo: la campagna Art Bonus del Teatro Tascabile in dirittura d’arrivo

da | 31 Ott 2020 | Notizie dalla Scuola | 0 commenti

La campagna “Un Teatro Possibile” lanciata dal Teatro Tascabile di Bergamo, sta giungendo al traguardo finale, almeno per la prima parte del complesso progetto di restauro e valorizzazione dell’Ex Monastero del Carmine.

Il progetto è il primo caso in Italia di Partenariato Speciale Pubblico Privato per la Cultura, un istituto previsto dal codice degli appalti che permette di recuperare e restituire alla pubblica fruizione i beni culturali che, altrimenti, sarebbero abbandonati. L’idea del TTB è stata quella di recuperare un importante monastero nel centro della città alta per renderlo, non solo sede stabile del Teatro ma un nuovo luogo della cultura per i cittadini, dove fruire di nuove offerte culturali.

Ulteriore peculiarità di questo progetto è l’essere accompagnato da un piano di fundraising – al quale ha lavorato la Scuola di Fundraising di Roma in qualità di consulente del Teatro – che il TTB si è incaricato, con grande responsabilità, di implementare, nonostante le grandi difficoltà legate all’emergenza covid-19 che ha colpito duramente soprattutto la città di Bergamo e, in particolare, il settore della cultura e dello spettacolo e gli artisti.

Decine di donatori: semplici cittadini, mecenati amanti del teatro e di Bergamo, aziende, esercizi commerciali, associazioni culturali e professionali che hanno sostenuto la campagna anche con donazioni “collettanee” che hanno permesso, anche avvalendosi dei vantaggi dell’Art Bonus, di rendere disponibili quasi 250 mila euro.

E finalmente l’ex Monastero riapre le porte alla comunità.

Alla campagna hanno aderito anche, con forme diverse, alcuni sponsor in beni e servizi. Inoltre un gruppo di cittadini “illuminati” sta sostenendo, con attività di sensibilizzazione verso reti sociali e professionali, la campagna.

Si può parlare a pieno titolo, in questo caso, di una campagna di fundraising di comunità in linea con lo spirito del progetto.

Oggi si parla molto dello strumento del Partenariato Speciale Pubblico Privato, posto che in Italia circa il 70% di tutto il patrimonio culturale materiale è abbandonato o comunque non fruibile. L’esperienza del TTB dimostra che è possibile impiegarlo al meglio a patto che venga data al fundraising una importanza pari a quella della progettazione culturale.