Menù

BLOGFUNDRAISING

Vi raccontiamo il fundraising e lo facciamo a modo nostro.

Pianificare il fundraising e avere una strategia: perché è importante in tempi di Covid?

da | 12 Ott 2020 | Corporate fundraising e non solo | 0 commenti

Qualcuno si chiederà: “ma cosa centra la strategia in tempi di Covid-19?”. “Siamo in emergenza e all’emergenza si risponde quotidianamente”, penserà.

Si tende a pensare spesso che, in emergenza, non si riesca a fermarsi per pensare alla strategia. Figurarsi alla pianificazione strategica! Eventualmente si tenta di pianificare giorno per giorno.

Un altro errore comune, poi, si riassume nella frase: “la strategia, poi, mica ha evitato la situazione in cui mi trovo oggi!”.

Tutte cose che, senza dubbio, abbiamo sentito più volte dire in questo periodo. Siamo certi, tuttavia, che le organizzazioni dotate di una strategia chiara non abbiano affrontato meglio di altre l’attuale crisi? Beh, sicuramente le organizzazioni che avevano chiara la strategia di fundraising sono riuscite ad anticiparne alcuni effetti e a rispondere in maniera più efficace.

Infatti, una delle cose che una strategia può dirci è quante risorse siano necessarie e presso quali mercati vadano cercate e ottenute. Non era forse chiaro che alcuni settori del mondo dell’impresa sarebbero andati in difficoltà e che questo si sarebbe ripercosso nell’area del corporate fundraising? Si poteva prevedere cosa sarebbe accaduto con gli eventi di piazza, se cioè si sarebbero fatti o sarebbero stati rimodulati o cancellati? Era possibile immaginare se e come i donatori individuali avrebbero continuato a sostenere i nostri progetti?

Solo grazie alla sua attenta pianificazione, un’organizzazione come l’AIRC (la Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro) è riuscita a trasformare, portandola online, la storica campagna di piazza delle “Azalee della Ricerca”.

Se non si fosse pianificato in modo preciso e ciò non si fosse tradotto in un cambiamento significativo di strategia, la campagna non sarebbe stata una successo e si sarebbe addirittura rischiato di trasformarla in una perdita secca. Con il senno di poi, si potrebbe anche affermare che il rischio corso nel mese di maggio del 2020 si sia rivelato un’opportunità. Sarà interessante osservare se nel maggio del 2021 la campagna delle “Azalee della Ricerca” tornerà ad essere una campagna prevalentemente di piazza o se la partnership con Amazon rimarrà in piedi, facendo crescere ulteriormente l’importo totale raccolto grazie all’operazione.

La pianificazione, strategica e operativa, deve dunque tener conto di più possibili scenari, prevedendo un piano A, un piano B ed eventualmente andando anche oltre. In tal modo, una crisi come quella che stiamo vivendo potrebbe davvero rivelarsi un’opportunità.

Per comprendere meglio e coglierla, quest’opportunità, il 25, 26 e 27 novembre la Scuola di Fundraising di Roma terrà il corso “Laboratorio di pianificazione strategica e management del fundraising”. Quest’edizione del corso presenta un nuovo programma e durerà una giorno in più: la soluzione ideale per chi deve o vuole essere in grado di presidiare la funzione di fundraising all’interno di un’organizzazione.

Non facciamoci trovare impreparati in futuro!

Vuoi accrescere le tue competenze?

Il 25, 26 e 27 novembre Andrea Caracciolo e Massimo Coen Cagli terranno il corso “Laboratorio di pianificazione strategica e marketing del fundraising”. Il corso si terrà a Roma ma, per chi lo desidera, si potrà partecipare anche in diretta a distanza su piattaforma online. Non mancare! L’investimento richiesto è di soli 350€ + IVA.

Inoltre, se ti iscriverai anche al corso base “I principi del fundraising”, potrai usufruire della promozione “combo”: due corsi fondamentali (e validi per il nostro Certificato) per un totale di sei giornate di formazione di alta qualità a soli 600€ + IVA.

Se vuoi maggiori informazioni o vuoi sapere quali sono le agevolazioni puoi richiedere informazioni o contattare Barbara Bagli, responsabile della formazione b.bagli@scuolafundraising.it.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *